IDEE PER AMMINISTRARE


22 maggio 2017
Ero straniero - L umanità che fa bene
Proposta di legge di iniziativa popolare
Nuove norme per la promozione del regolare soggiorno e dell inclusione sociale e lavorativa di cittadini stranieri non comunitari.
Questa proposta di legge vuol regolare i flussi immigratori, vuol portare un po di ordine nell attuale disordine generale, perché l immigrazione non va subita, ma va governata e guidata.
Strumenti importanti di governo dei flussi sono l introduzione dei permessi di soggiorno temporanei per la ricerca di lavoro, le attività di intermediazione fra datori di lavoro e cittadini stranieri, le figure degli sponsor per introdurre e guidare gli stranieri nel mercato del lavoro, e l accoglienza diffusa dei migranti attraverso il sistema SPRAR: piccoli gruppi di migranti inseriti nelle comunità in un rapporto numerico possibile.
I punti essenziali della legge:
• introdurre il Permesso di soggiorno temporaneo per la ricerca di occupazione e attività di intermediazione tra datori di lavoro italiani e lavoratori stranieri non comunitari
• reintrodurre il sistema dello sponsor per introdurre gi stranieri nel mercato del lavoro
• regolarizzare gli stranieri già ben inseriti nelle comunità, verificare le abilità e le competenze acquisite mediante esperienze professionali
• ampliare il sistema Sprar per una accoglienza diffusa nel territorio con piccoli numeri, rafforzando il legame territorio/accoglienza/inclusione attraverso apprendimento della lingua, formazione professionale, accesso al lavoro
• far conservare i diritti previdenziali e di sicurezza sociale maturati, anche per i lavoratori che decidono di tornare nei propri Paesi
• assicurare la parità di trattamento nelle prestazioni sociali (assegno di natalità, indennità di maternità di base, sostegno alla inclusione attiva ecc.), per tutti gli stranieri titolari di un permesso di almeno un anno
• garantire il diritto alla salute dei cittadini stranieri (possibilità di iscrizione al medico di medicina generale, continuità delle cure, e il riconoscimento ai minori, figli di cittadini stranieri, indipendentemente dallo stato giuridico, degli stessi diritti sanitari dei minori italiani)
• favorire la partecipazione alla vita democratica con elettorato attivo e passivo per le elezioni amministrative a favore degli stranieri soggiornanti di lungo periodo.
• abolizione del reato di clandestinità, superato dalle nuove norme


08 marzo 2016
Una rete di Comuni per la otta a tutti gli sprechi
La associazione Sprecozero.net, costituita nel 2015 su impulso del Comune di Sasso Marconi, agevola lo scambio e la diffusione di buone pratiche per il contrasto a ogni forma di spreco. Hanno già aderito molti Comuni italiani e la Regione Piemonte (www.sprecozero.net).

30 novembre 2015
Regolamenti di contabilità da adeguare
Per stabilire le modalità organizzative con cui affrontare le novità contabili è indispensabile aggiornare o rifare rapidamente i regolamenti di contabilità. Segue in Allegato

25 novembre 2015
La carta dei diritti in Internet
La Camera dei Deputati, nella prima metà dello scorso anno, ha costituito la Commissione di studio per elaborare principi in tema di diritti e doveri relativi all utilizzo di Internet.
La Commissione ha iniziato i suoi lavori il 28 luglio 2014, consultando deputati attivi sui temi di innovazione tecnologica e dei diritti fondamentali, studiosi ed esperti, operatori del settore e rappresentanti di associazioni. L 8 ottobre 2014 la Commissione ha varato una prima bozza di dichiarazione dei diritti in Internet, sottoponendo il testo a una consultazione pubblica (dal 27 ottobre 2014 al 31 marzo 2015). Sulla base dei contributi raccolti, i principi sono stati elaborati e si è dato corso alla stesura definitiva, che è stata approvata il 28 luglio scorso. In Allegato il testo definitivo


18 novembre 2015
Finanziamento degli investimenti
cogliere l occasione dell avanzo di amministrazione. Allegato

11 novembre 2015
Tari 2015: inutilizzabile la superficie catastale
La superficie catastale (vedi Legautonomie.informa n. 41 del 11-11-2015) è inutilizzabile per la quantificazione della Tari 2015: il comma 645, art. 1 della legge n. 147/2013 prevede, infatti che per gli immobili ag estione ordinaria (categorie catastali A, B, C) la superficie imponibile "è costituita da quella calpestabile dei locali e delle aree suscettibili di produrre rifiuti". Solo dopo la attuazione delle procedure di interscambio tra Comuni e Agenzia delle Entrate sarà possibile dar corso a quanto previsto al comma 647 (determinazione della superficie assoggettabile alla Tari pari a80% di quella catastale)

02 novembre 2015
Istituto della mediazione anche per i tributi locali
Istituto della mediazione come passaggio preliminare al ricorso avanti le Commissioni tributarie dal 2016 si estende anche ai tributi locali. Segue in Allegato

22 ottobre 2015
Contribuenti: diritto di interpello anche sui tributi locali
Il D.lgs. 24 settembre 2015, n. 156 (Revisione della disciplina degli interpelli e del contenzioso tributario), all art. 8, comma 3 recita: “Gli Enti locali provvedono, entro sei mesi dall entrata in vigore del presente decreto (quindi, entro 1 luglio 2016), ad adeguare i rispettivi Statuti e gli atti normativi da essi emanati (vedi Regolamento) ai principi dettati dal presente Titolo I”.
In proposito, Legautonomie sta programmando iniziative formative e predisponendo schemi operativi.
Nel frattempo è necessario avviare una riflessione sul lavoro da fare: verificare quali principi contenuti nello Statuto del contribuente – legge 212/2000 – (ad esempio, nuova formulazione dell art. 11) sono da inserire nello Statuto comunale. Per il Regolamento occorre pensare quale sia l organo competente al quale devono essere rivolte le istanze da parte del contribuente; termini, contenuti e modalità di presentazione; e così via.


01 ottobre 2015
Raccordo delle tempistiche Dup / Programma lavori pubblici
Al momento dell introduzione del Dup nell ordinamento degli Enti locali il legislatore non ha provveduto a coordinare le scadenze previste per il programma delle opere pubbliche con quelle del nuovo strumento: come spesso accade, il Comuni devono trovare autonomamente qualche idonea soluzione. Allegato


22 settembre 2015
La valutazione del personale passa per le competenze
Le competenze del personale sono un elemento fondamentale di cui tenere conto nella valutazione della performance indiviudale, in base al D.lgs. n. 150/2009 (Brunetta), indieme agli altri fattori indicati (primo fra tutti il livello di conseguimento degli obiettivi). Riteniamo utile, in tal senso, riprendere le "Indicazioni applicative ai fini della adozione del Sistema di misurazione e valutazione della performance" approvate da Civit (ora Anac) il 10-11-2010. In Allegato

21 settembre 2015
Validazione del Dup da parte dei revisori
Pur in assenza della obbligatorietà del parere preventivo dei revisori sul Dup è da ricordare che l art. 239 del Tuel prevede il loro parere sugli "strumenti di programmazione economico finanziaria". Allegato

30 giugno 2015
Sistema Sireco
Elenco dei documenti “minimi” individuati dalla Corte dei conti per la trasmissione in via elettronica dei conti giudiziali. Allegato

24 giugno 2015
Modifiche agli allegati del D.lgs. n. 118/2011
Lettura dei primi tre articoli del Decreto 20-5-2015. Allegato

31 marzo 2015
Fatturazione elettronica. Flussi documentali
Prospetto degli adempimenti dei vari uffici
connessi al processo di lavorazione della fattura elettronica


26 marzo 2015
Tari: piano finanziario per definire la tariffa
Suppur datata 2013, riproponiamo all attenzione di amministratori e funzionari le "LInee guida per la redazione del piano finanziario e per elaborazione delle tariffe", elaborate nel programma operativo Ue "Governance e azioni di sistema" FSE 2007-2013". Le linee guida, con un approccio concreto e circostanziato, permettono una corretta valutazione dei costi reali del servizio raccolta, trasporto e smaltimento rifuti solidi urbani.

23 marzo 2015
Split payment e reverse charge

17 marzo 2015
#diamociunamano è il «claim» scelto per lanciare una iniziativa che nasce nel segno di valorizzare il coinvolgimento attivo della persona.
Chi beneficia di una misura di sostegno al reddito potrà svolgere una attività volontaria di utilità sociale in favore della propria comunità di appartenenza, nell ambito di progetti realizzati congiuntamente da organizzazioni di terzo settore e da Comuni o Enti locali. Gli oneri della relativa copertura assicurativa, attivata dall Inail, saranno sostenuti da un apposito Fondo, di durata biennale, istituito presso il Ministero del lavoro e delle politiche sociali.
Lo prevede un decreto ministeriale, firmato dal Ministro Poletti e registrato dagli organi di controllo per la registrazione, che disciplina le modalità di attuazione della misura sperimentale introdotta dall articolo 12 del decreto-legge 90 del 2014.


17 marzo 2015
Piano informatizzazione
Delibera tipo e piano

08 giugno 2011
Buon lavoro ai nuovi Sindaci
La nostra Associazione desidera complimentarsi con tutti voi per la vostra elezione, e formulare a tutti gli auguri per un buon lavoro, che sia gratificante per voi e per i vostri cittadini. Segue ....

08 giugno 2011
Welfare locale e risorse economiche: cosa possiamo fare

15 marzo 2010
Per la sicurezza dei cittadini nelle nostre città

15 marzo 2010
Interventi per la scuole dell'infanzia e primaria

15 marzo 2010
Per costruire la città dei diritti e delle responsabilità
Proposte dal Coordinamento nazionale degli Enti locali per la Pace e i Diritti umani