DOCUMENTI


Partono i progetti finanziati dalla Regione Lombardia per contrastare la dipendenza dal gioco d azzardo

Milano, Varese, Como, Saronno, Paderno Dugnano e Novate Mil., Luino, Lacchiarella, Corsico, Chiavenna, Rosate: sono tanti i progetti finanziati dalla Regione Lombardia avviati nel mese di ottobre, che seguiamo anche noi della Scuola delle buone pratiche. Insieme a ognuno dei Comuni capofila ci sono tanti altri Comuni e tante altre realtà associative. Enorme il valore di questi progetti che si realizzano nella Regione costruendo reti nei territori: quando si mettono insieme Enti locali, Associazioni, Terzo settore, Asl, Piani di zona, cooperative, si amplia in modo contagioso e potenziato la comunicazione, la consapevolezza, l impegno a contrasto di questo problema. Di grande rilevanza la mappatura dei luoghi del gioco: non solo quante, quali e dove esistono possibilità di gioco, ma anche raccolta di conoscenze sulla tipologia di clientela, sulle abitudini e i comportamenti, i bisogni. Un elemento fondamentale per le nostre comunità: sappiamo che dove c’è gioco c’è anche degrado sociale, delinquenza e criminalità organizzata. Occuparsi di queste parti di città significa occuparsi del benessere dei cittadini, della socialità, della ri-costruzione di comunità, della ri-costruzione di reti. Serve per capire i nuovi bisogni. E tutto questo serve per sconfiggere la criminalità comune, e quella organizzata, per evitare che parti di città divengano terra di nessuno, o della criminalità. Promuovere l azzardo free – senza escludere i locali slot - significa anche promuovere ricerca e innovazione nei locali, offerta di nuovi servizi, nuovi rapporti con i clienti, nuova socialità fra di loro; significa stabilire rapporti autentici con i gestori, capirne le difficoltà, stabilire con loro un rapporto di fiducia. Infine, sensibilizzare la popolazione: aspetto fondamentale, perché quella del GAP è una partita che può essere vinta solo sul piano culturale; sul versante tecnologico infatti verranno inventati sempre nuovi strumenti – consideriamo l online – che eviteranno le regole (sempre sperando che le regole abbiano lo scopo di contenere e non incrementare il gioco). Quindi la conoscenza, la consapevolezza, l’accortezza nelle scelte, il saper vedere cosa succede, il rendersi disponibili all aiuto, il non arrendersi di fronte ai no dei giocatori sono le azioni fondamentali avviate con questa rete di progetti che si dirama attraverso tante città e tanti paesi della Lombardia.




Indietro