DOCUMENTI


Il Consiglio di Stato sancisce che si possono regolamentare le distanze del gioco d azzardo dai luoghi sensibili e la necessità della SCIA per le VLT

La sentenza n.4593 del 21 settembre 2015 Consiglio di Stato, rileva l importanza della disciplina delle distanze, che è tesa a regolamentare il fenomeno delle conseguenze sociali dell offerta dei giochi su fasce di consumatori psicologicamente più deboli, nonché dell impatto sul territorio dell afflusso a detti giochi degli utenti. Si tratta, in definitiva, di disposizioni che non incidono direttamente sulla individuazione e sulla installazione dei giochi leciti, ma su fattori (quali la prossimità a determinati luoghi e la pubblicità) che potrebbero, da un canto, indurre al gioco un pubblico costituito da soggetti psicologicamente più vulnerabili od immaturi e, quindi, maggiormente esposti alla capacità suggestiva dell illusione di conseguire, tramite il gioco, vincite e facili guadagni e, dall altro, influire sulla viabilità e sull inquinamento acustico delle aree interessate (cfr. Cons. St., Sez. VI, 11 settembre 2013, n. 4498) e sancisce la necessità della Scia per le cosiddette VLT, cioè le sale per video lotterie sinora assoggettate alla licenza in base all art. 88 del Tulps dalla Questura: anche queste ora necessitano della Scia presentata al Comune poiché questa ultima attiene a presupposti e requisiti diversi, come la verifica della conformità urbanistico-edilizia, igienico-sanitaria dei locali e soprattutto della distanza da luoghi sensibili imposta da diverse leggi regionali





Indietro